Considerata una delle mete mondiali del Kite Surf, Terra leggendaria nel cuore del Mediterraneo sorge su Capo Boeo. Da un lato la protegge Erice, dall’altro l’abbracciano Segesta e Selinunte; guarda alle vicine isole Egadi (20 minuti di navigazione, collegamenti quotidiani) e verso l’Africa (le coste tunisine sono ad appena 80 miglia). Con i suoi ottomila ettari di vigneti, alimenta l’industria del vino: oltre un milione di ettolitri l’anno di bianchi, rossi e liquorosi, tra i quali il nobile marsala. Con lo sbarco di Giuseppe Garibaldi – 11 maggio 1860 – questa Città inizia a scrivere una delle più belle pagine del Risorgimento che, un anno dopo, culminerà nell’Italia unita e repubblicana. Oggi Marsala conserva ancora il suo carattere archeologico, marinaro, garibaldino. È città del vino, di fiori, sale, fragole e ceramica. Qui, colori, sapori e profumi di Sicilia si incontrano in un territorio che, tra stradine del centro storico e borgate dell’entroterra, continua a coltivare la tipica ospitalità mediterranea. Il valore dell’accoglienza è nel dna dei marsalesi.

Icona Minivan

Perditi su un’isola piena di sorprese e panorami mozzafiato